Adro/Soli: modesta proposta: “Good Practice” e libro/sito


Destinata ad essere dibattuta qui e su Facebook.

Sapete quanto reputi importante quanto è accaduto e si è ormai concluso (con la vittoria su tutti i fronti). E’ un caso di scuola nella politica lombarda ed italiana e qui si sono gettati molti semi di quello che è auspicabilmente il futuro dell’italia. Si è dimostrato che la destra “cialtrona” e la Lega populista non hanno un futuro, a patto di vedere l’obiettivo e di saperlo perseguire passo passo.

Lancio l’idea di una scia virtuosa, della formalizzazione di una “Buona Pratica”, un libro (in pdf), un sito, delle interviste a tutti gli attori della vicenda.
E, per discutere di questo, di una riunione la settimana prossima a Torbiato sul tema.

Lo scopo è politico e non di lucro, ovviamente, ma se per ipotesi qualche soldino si dovesse tirare su potremmo devolverli al fondo per i bambini di Adro della Mensa.
Vi aspetto numerosi a questo dibattito.

Adro: la guardia di finanza è nella Scuola dei Mille Soli


Stay tuned.

Errata CORRIGE: i Soli ci sono ancora.


Aggiornamento del 13.1.2011: Forse c’è una spiegazione: pare che i cerchi siano stati coperti con sabbia che poi si è dilavata (pioggia, neve e nebbia) parzialmente. Sotto alcuni angoli di visuale (e di incidenza del sole) i Soli o parte di essi scompaiono.
Maledetto CONTROSOLE, ha appiattito le differenze tra verde e grigio.
Persone di fiducia hanno fatto fotografie oggi pomeriggio, tra poco le riporto: eccola:

Questo quanto scritto stamattina, inesatto, e mi scuso:
Video ripreso da un’altura stamattina, un po’ di foschia ma si vede. La Repubblica di oggi è per dimostrare la data certa.
Non so se siano stati tolti stanotte (bastava un rastrello), in ogni caso è un’altra vittoria di chi si oppone all’idiozia di questa scellerata vicenda voluta dall’amministrazione di Adro.

Lancini: tolti i Soli sul tetto della scuola.


Non dice la data della rimozione, gli consiglio di non mentire, abbiamo le fotografie con sotto le prime pagine dei giornali a date scaglionate…

Il comune di Adro si avvia al commissariamento.


Da parte del Tribunale di Brescia, che nominerà, dice il Bresciaoggi, un commissario ad acta per l’esecuzione dell’Ordinanza.

La CGIL denuncia penalmente il sindaco di Adro


Dal Bresciaoggi del 23.12

Il sole delle Alpi non scalda…


… ci vuole la coperta.

Come già ad Adro, dopo i bimbi, gli anziani.

Il testo integrale dell’Ordinanza contro il Comune di Adro


ordinanza.pdf
Ora è veramente tutta l’ordinanza del 29.11

Il tribunale sancisce: il Sole di Adro discrimina.


Qui. La manifestazione di sabato pomeriggio ad Adro si preannuncia una festa.

Il 4 dicembre ad Adro per rimuovere definitivamente…


… i simboli del Sole delle Alpi, sul tetto e sui banchi degli alunni. Infatti questi ultimi sono stati solo coperti con un bollino.

More to follow

Via Sole delle Alpi


Ad Adro c’era già, ora anche a Calcinato (BS).

Arieccolo, Oscar Padana Jones ed il Sole Maledetto


La tesi del simbolo locale scricchiola? Che problema c’è… si delibera che il simbolo di partito diventi simbolo locale.

Ad Adro è stato gettato un seme…


… il seme di una nuova politica. Per quanto pallido, inopportuno, inventato, il Sole delle Alpi sta facendo germogliare una nuova politica ad Adro. E’ il dato più confortante. E dato che molti protagonisti sono giovanissimi, la speranza è doppia.

Qui l’articolo dell’operazione di bonifica dei simboli di partito dai luoghi pubblici, ad opera di volontari.

Prevenire è meglio che curare – la rotonda padana


E’ noto che il Sindaco di Adro vuole sprecare 100 mila euro per costruire al centro della rotonda di Torbiato (sulla Rovato-Iseo) un sole delle Alpi in cemento autopulente alto 7 metri (come una casa a due piani).
Propongo di fare sapere che, nel caso infausto ciò avvenga (è su una strada provinciale trafficata che passa per pochissimi metri in territorio di Adro e, per dire, né Iseo né Rovato hanno la Lega in giunta), annunciare che ogni sabato pomeriggio, dalle 14 alle 15, abbiamo l’intenzione di manifestare davanti a quella rotonda per chiederne la rimozione.
Facile immaginare cosa vorrebbe dire, il collasso totale della circolazione (ci sono due importanti centri commerciali a 2 km a nord e sud di detta rotonda).
Lancio l’idea, poi la formalizzeremo e faremo sapere la cosa alle direzioni dei due centri commerciali ed alla provincia di Brescia (responsabile della strada provinciale).

Invidia del pene


Qui ritratto il dio celto (minidotato) Taranis che valuta un trapianto. Nell'altra mano adusa all'onanismo un fregio per adornare la rotonda davanti alla sua enoteca preferita

Spunto avuto da Marco Cimarosti su FB

Dopo il Sole, sarà la volta della Neve delle Alpi?




A me il simbolo del Sole delle Alpi ha sempre ricordato la pianta di Maria, e ascoltando alcune dichiarazioni dei fedeli del Sòle vien da pensare ad un largo uso, anzi abuso, di detta cannabinoide. Visto che si appropinqua l’inverno e che le dichiarazioni degli adepti del Sole diventano ogni giorno più pesanti, avremo tra un po’ nell’iconografia anche la Neve delle Alpi? rubata a FED da Ciwati

Anche la tua scuola può essere leghista.


Con gli occhiali dello studente padano.

— da Virus de l’Unità —

Fossero solo i Soli ed il Sòla…


Nella foto dall’alto l’istituto “Fratelli Dandolo” di Adro con i due Soli delle Alpi sul tetto.
Mentre ad Adro è un fiorire di macchine rigate (dagli intrepidi padani contro gli adrensi che hanno combattuto le minchiate del sindaco) l’amara considerazione è che tutte le costruzioni che si vedono in questa (ex) bellissima conca naturale (vicino a dei boschetti) 20 anni fa non c’erano.

L’eclissi


I simboli dopo la copertura dell'altroieri

Adro: reportage sulla rimozione