Arcore viola /2 – le dolenti note: M5S


Vi ho già detto della situazione della piazza, con il gazebo del PD pre-esistente etc.
Ad un certo punto arrivano gli attivisti torinesi del M5S, con alla guida il loro candidato sindaco, Bertola. Perché, ben lo sapete, loro agli altri non si mischiano e quindi scelgono un candidato sindaco il più pittoresco possibile per andare sui giornali (a Milano per esempio uno sbarbatello di 20 anni) e sputano contro tutto e contro tutti. Questi eredi qualunque dell’Uomo Qualunque arrivano in una manifestazione contro Berlusconi, in una piazza gremita di persone con bandiere e manifesti di altri partiti diversi dal loro, e srotolano uno striscione contro tutti i partiti e le facce dei rappresentanti degli stessi tra cui Fini Casini Bossi Berlusconi Bersani Di Pietro e Vendola.
Che, se andassero dal loro amico Landini con striscioni contro la FIOM, tornerebbero a casa a pedate nel sedere: ma chiaramente non lo fanno e non lo farebbero, approfittando come parassiti del buon senso altrui.
Mal gliene incoglie perché si imbattono nel motivato gruppetto dell’IDV che se la prende subito con loro per l’accostamento. Non paghi di ciò, dopo aver litigato a lungo, pretenderebbero di fissare il loro striscione in una posizione assurda (a mezza altezza nell’unico varco di accesso al Parco Municipale) tra l’altro confinante con il gazebo del PD.
I militanti del PD protestano (fin troppo educatamente): i più sanguigni dell’IDV lo strappano. I grillini cominciano a menar le mani, ed il loro filmato furbescamente si interrompe, così da non documentare la cosa. Si metteranno con il loro striscione ad un metro da lì, derisi e compatiti da tutti. Salvo poi scrivere note demenziali su Facebook o pubblicare filmati lamentosi su Youtube. Citano ancora il rimborso per le campagne elettorali facendo i puri ma mal gliene incoglie perché l’indomani sul Corriere il loro ras Beppe Grillo scopre che la politica costa e dice finalmente parole di chiarezza (anche se ancora inesatte ed ambigue) riguardo gli stipendi dei loro assessori regionali usati per pagare i costi della politica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: