Tempo di scelte


Come ebbe a dire Calvino, “dietro il milite delle brigate nere più onesto, più in buonafede, più idealista, c’erano i rastrellamenti, le operazioni di sterminio, le camere di tortura, le deportazioni e l’Olocausto; dietro il partigiano più ignaro, più ladro, più spietato, c’era la lotta per una società più pacifica e democratica, ragionevolmente giusta, se non proprio giusta in senso assoluto, che di queste non ce ne sono”.
E’ il momento per tutti di scegliere da che parte stare. Pensateci bene. Potrebbe esserci qualcuno (i vostri figli, magari) che ve ne chiederà conto.