Marco Travaglio non sa leggere


Che non sapesse scrivere era noto.
Stasera a “In Onda” ha affermato che il PD affida obbligatoriamente da statuto alle primarie la scelta del candidato premier.

Estratti dallo statuto del PD.

Art. 1.2. Il Partito Democratico affida alla partecipazione di tutte le sue elettrici e di tutti i suoi elettori le
decisioni fondamentali che riguardano l’indirizzo politico, l’elezione delle più importanti cariche
interne, la scelta delle candidature per le principali cariche istituzionali. (E’ quello che ha citato Travaglio).

Art. 2.4. Tutti gli elettori e le elettrici del Partito Democratico hanno diritto di:
a) partecipare alla scelta dell’indirizzo politico del partito mediante l’elezione diretta dei Segretari e
delle Assemblee al livello nazionale e regionale.
b) partecipare alle elezioni primarie per la scelta dei candidati del partito alle principali cariche
istituzionali;
c) avanzare la propria candidatura a ricoprire incarichi istituzionali;
d) prendere parte a Forum tematici;
e) votare nei referendum aperti alle elettrici e agli elettori e prendere parte alle altre forme di
consultazione;
f) avere accesso alle informazioni su tutti gli aspetti della vita del partito;
g) prendere parte alle assemblee dei circoli;
h) ricorrere agli organismi di garanzia e riceverne tempestiva risposta qualora si ritengano violate le
norme del presente Statuto, quanto a diritti e doveri loro attribuiti.

Art. 2.5 Gli iscritti e le iscritte al Partito Democratico hanno inoltre il diritto di:
a) partecipare all’elezione diretta dei Segretari e delle Assemblee ai livelli territoriali inferiori a
quello regionale;
b) essere consultati sulla scelta delle candidature del Partito Democratico a qualsiasi carica
istituzionale elettiva;
c) votare nei referendum riservati agli iscritti;
d) partecipare alla formazione della proposta politica del partito e alla sua attuazione;
e) avere sedi permanenti di confronto e di elaborazione politica;
f) essere compiutamente informati ai fini di una partecipazione consapevole alla vita interna del
partito;
g) avanzare la propria candidatura per gli organismi dirigenti ai diversi livelli e sottoscrivere le
proposte di candidatura per l’elezione diretta da parte di tutti gli elettori;
h) sottoscrivere le proposte di candidatura a ricoprire incarichi istituzionali.
i) ricorrere agli organismi di garanzia e riceverne tempestiva risposta qualora si ritengano violate le
norme del presente Statuto.

Art. 2.9. Sono escluse dalla registrazione nell’Anagrafe degli iscritti e nell’Albo degli elettori del PD le
persone appartenenti ad altri movimenti politici o iscritte ad altri partiti politici o aderenti,
all’interno delle Assemblee elettive, a gruppi consiliari diversi da quello del Partito Democratico.
Gli iscritti che, al termine delle procedure per la selezione delle candidature, si sono candidati in
liste alternative al PD, o comunque non autorizzate dal PD, sono esclusi e non più registrabili, per
l’anno in corso e per quello successivo, nell’Anagrafe degli iscritti.

Art. 3.1. Il Segretario nazionale rappresenta il Partito, ne esprime l’indirizzo politico sulla base della
piattaforma approvata al momento della sua elezione ed è proposto dal Partito come candidato
all’incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: