Il dramma della SEL e dell’Italia.


Come forse si è capito sono del PD. Sono “nativo”, non sono mai stato né democristiano (né genericamente “cattolico in politica” anche se professo blandamente la fede) né comunista. Non mi definisco né di sinistra, né di destra, né di centro. Ho accolto Vendola come alleato e candidato alle primarie di coalizione con favore, sia per le sue indubbie capacità, sia per le vittorie in Puglia, sia perché si proponeva e si è proposto finora come “pacificatore”. Non ho nessun interesse in SEL (nel senso che non potrei mai farne parte) ma, vista la contingenza, ho cominciato ad avvicinarmi a loro per conoscenza e per approfondimento. Ed ho scoperto molte cose non edificanti.
Innanzitutto non è un partito monolitico: hanno più correnti ed istanze del PD, almeno 5 o 6 ad uno sguardo disattento, ed ognuna guarda in cagnesco chi sta alla sua destra, invidiando un po’ chi ha il coraggio di stare più a sinistra, con l’ultima che ha un piede in SEL ed una nei centri sociali, ricevendo da questi comunque lo stesso sguardo sprezzante e malgiudicante di chi ti cataloga come mezzo fascista.
Le persone ragionevoli, ovviamente, confinano al PD e sono pontieri, in genere sono galantuomini: proprio per questo sono le più disprezzate al loro interno, tanto che pure chi la pensa come loro ed ha velleità di leader deve distaccarsene in modo artificioso.
Paradigma di questa assurdità è il recente caso della diatriba di Illuminismo, partita da questo post. Una persona assolutamente a me affine, che la pensa come me su tantissimi temi, anche su alcuni temi non facili come il burqa, per dire, prende un mio post di assoluta pacificazione con SEL (“volgo le spalle a SEL, mio alleato, fidandomi completamente di loro”, questo il senso) e mi attacca insieme al PD in modo inverecondo ed al limite della querela, qui e altrove, arrivando a dire scopertamente che o vince Vendola alle primarie con noi oppure SEL non sarà fedele e Vendola rovescerà il tavolo.
Abbiamo da riflettere.

Annunci

8 Risposte to “Il dramma della SEL e dell’Italia.”

  1. Filippo Filippini Says:

    Internet funziona male in questi giorni, quindi ciò che scrivo non è certo ma verificheremo.
    1) Illuminismo ha provveduto a togliermi dalla white list; ora devo passare la sua moderazione che…
    2) … non fa passare gli articoli a mio sostegno.

    Questa è la concezione della libertà di qualcuno. Auguri

  2. sinigagl Says:

    Anche io ieri alle 18.15 ho inserito un commento all’articolo in questione ma è ancora “in fase di moderazione”…

    Questa è la concezione della libertà di qualcuno. Auguri

  3. valerio Says:

    è il destino nefasto della sinsitra italiana. mettersi nelle condizioni di perdere sempre le elezioni, non prendersi le responsabilità di governare anche chi la pensa diversamente, e puntualmente, lamentarsi.

    il paradosso è che è proprio per colpa di questo tipo di sinistra (il KPD), che rifiutava in ogni modo l’accordo col centro, ma preferiva lo scontro violento sia col centro che con la destra che impedì all’SPD e al Zentrum di trovare la forza di contrastare democraticamente il NSDAP, che democraticamente vinse le elezioni, democraticamnete fondò la dittatura, e massacrò gli ebrei.
    ma vuoi mettere la soddisfazione, dopo 6 milioni di morti, di dire: “ma noi eravamo all’estrema sinistra: eravamo i più lontani possibile dai nazisti!”.

    illuministi che aspettano che la rivoluzione mondiale dei proletari… illuministi che poi, prendendo il potere, e non capendolo, non avendolo mai avuto, e non sapendo cosa fare, ma non volendolo più perdere, si risolvono in regimi simili a quelli che dicono di voler combattere.

    P.s.
    non commettere l’errore di pensare che il pensiero di “illuminismo” sia rappresentativo di SEL, mi raccomando, fai molta attenzione!!

  4. valerio Says:

    frasi che dimostrano il miopost precedente:
    se gli elettori non ci capiscono uol dire che sono ignoranti, che sbagliano e vanno educati da noi:
    “No, sto dicendo che le masse degli elettori vanno educate.”
    che bello, una catastrofe! così possiamo far vedere quanto siamo bravi!
    “Vendola e il gruppo di dirigente di SeL dovrebbero tenersi pronti a fare quello che fece Kirchner in Argentina: raccattare un paese in bancarotta, morale prima ancora che economica, e restituirgli una forma.”
    questo illuminismo mi ricorda il primo grande risultato dell’illuminismo:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Regime_del_Terrore
    e mi fa capire perché certe persone non voterebbero mai a sinistra…

  5. Filippo Filippini Says:

    So che non sono rappresentativi della SEL, che è fatta a cipolla, tutta a strati, ma ce ne sono, ce ne sono

  6. Marino Says:

    Posso dirti invece che non son d’accordo nel merito?
    La storia delle “praterie” la sento da vent’anni, aveva cominciato Cacciari, e non ha portato a niente.
    #1: le elezioni le vinci motivando i tuoi e recuperando l’astensione.
    #2: i tassi di passaggio da CDX a CSX sono limitatissimi, il loro elettorato è stabile.
    #3: Quanta parte dell’astensione è rappresentata da centristi che si potrebbero recuperare
    #4: last but not least, con che programma li dovremmo raggiungere, questi ipotetici centristi.

    Responsabilità fiscale e tagli alla spesa pubblica? Possibile, ma quanti di questi “moderati” godono di prestazioni sociali, traggono vantaggi dall’evasione, insomma hanno da perdere anche da una politica liberista e “tatcheriana”.

    Legge e ordine? Ma non ne abbiamo abbastanza di grida manzoniane e di politiche non implementabili e con effetti perversi, vedi Bossi-Fini?

    Sordina su laicità e diritti civili? A parte che su questi terreni siamo già afasici, siamo sicuri dell’equazione moderati=cattolici?

  7. Filippo Filippini Says:

    Marino quindi tu proponi di farci la guerra (a somma zero) con la SEL. Si è vero, potremmo anche motivare qualche astenuto “di area PD sx – SEL”. Basta? Io dico di no.

    Gli elettori sono più avanti di noi. Quelli che sdegnosamente qualcuno chiama di centro hanno già accettato, credi a me, matrimonio gay ed anche di più. Che vadano (sempre meno) in chiesa alla domenica o no.

    Ma per noi “snob” (non io) sono di centro e, obbedendo ad un riflesso pavloviano instillatoci (in realtà -vi) decenni fa, si spariamo nei maroni.

    Guardate, e lo vivo tutti i giorni, che c’è gente delusa ed al limite dell’astensione anche sull’altro versante eh, che non ce la fa proprio a votare Casini ma che si vede sputare in un occhio da tutte le menti “brillanti” del PD,


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: