Praterie & PD


Perdonerete l’immagine, sono sul portatile ed ho solo paint.
Vuole rendere graficamente un concetto: dove deve guardare il PD.
In rosso, a sinistra dell’emiciclo, il posto deputato (attualmente vuoto) per SEL&Vendola.
La fettona grande rappresenta, idealmente, il bacino a cui deve puntare il PD (tratto rosa). Non potremo coinvolgerlo tutto, ma perlomeno a me è chiaro che abbiamo i piedi al confine con Vendola, che lottare su quel confine non ha senso, che rubare un voto su quel confine è a somma zero, che (direzione della freccia) dobbiamo guardare a destra di quel confine.
Chiamatemi di sinistra. Chiamatemi di centro. Chiamatemi di destra. Chiamatemi come volete. Io sono quella freccia, e guardo dove ha senso guardare. Mostro le spalle ad alleati di cui mi fido. Non dovrei?

Annunci
Pubblicato su Generale. Tag: , , . 11 Comments »

11 Risposte to “Praterie & PD”

  1. Gilberto Bacchetta Says:

    Filippo, condivido appieno quanto dici e persino il grafico!Chiedo solo che ci si muova finalmente come un soggetto politico ben definito: le alleanze, se saranno necessarie, si definiranno volta per volta in futuro: adesso pensiamo a noi stessi!!

  2. Filippo Filippini Says:

    Grazie Gilberto, imbroccarne una ogni tanto conforta…

  3. illuminismo Says:

    No. Le persone vanno istruite, informate, ascoltate ma poi anche criticate. Altrimenti, se scopri che a destra del PD c’è una consistente fetta di italiani che vorrebbe mettere gli ebrei nei forni, potresti cominciare a scriverci su un libro di ricette.

    E invece è più faticoso, ma anche più etico, spiegare a quelle persone perché mettere gli ebrei nei forni è una cattiva idea, in base all’etica, ai valori, alla politica. Sempre che si abbiano un’etica, dei valori, delle opinioni politiche.

    I miei ex compagni che sono passati nel PD oggi mi fanno paura, non hanno più alcuna certezza, vogliono solo guadagnare voti. Sarebbero pronti a far tornare gli ebrei nei forni, gli immigrati in mare, le donne in cucina e i gay in seminario, pur di guadagnare consenso. Ma così per qualche voto fascio che si acquista, si perdono i voti delle persone perbene. E un domani potremmo essere NOI a chiedere a Vendola di non allearsi con un partito in stato confusionale come il PD.

  4. Il PD, un partito con un ideale: conquistare il potere. A ogni costo. « Illuminismo – Enlightment Says:

    […] Filippo Filippini, nel suo candore, dice francamente ciò che noi già sospettavamo: che il PD si sposta a destra […]

  5. Filippo Filippini Says:

    Dovresti chiedere scusa per un post come questo

  6. Il dramma della SEL e dell’Italia. « Coccaglio olio e peperoncino Says:

    […] Paradigma di questa assurdità è il recente caso della diatriba di Illuminismo, partita da questo post. Una persona assolutamente a me affine, che la pensa come me su tantissimi temi, anche su alcuni […]

  7. Gilberto Bacchetta Says:

    Caro Filippo, sono un pò frastornato dalle parole di “illuminismo” che, francamente , faccio fatica a capire: o meglio, mi è molto chiara la posizione critica nei confronti del PD , che non condivido, ma il discorso che fa accomunando tutti quelli che non la pensano come lui in una unica accozzaglia di fascisti che vogliono mandare gli Ebrei nei forni crematori mi pare poco intelligente e settario. Che lui sia spaventato dalla scelta dei suoi ex compagni denota un’unica cosa: che non ha la mentalità adatta a cercare di “cambiare se stesso” come invece stanno cercando di fare tante persone che hanno a cuore la sorte del nostro Paese. Per la cronaca e per tranquillizzare “illuminismo”, faccio presente che io non ho avuto la possibilità di conoscere mio padre , che grazie al fascismo ha lasciato le penne in Africa dove era emigrato in cerca di lavoro e dove è stato militarizzato: quindi si tranquillizzi il suddetto, e cerchi magari di capire che ad etichettare le persone c’è sempre tempo…e che forse è una pratica da non usare facilmente come ha fatto lui….

    • Filippo Filippini Says:

      Magari è lo scazzo del momento ed ormai si trova con le brache calate e le mutande di fuori, quindi non può fare retromarcia strategica, anche se sul suo blog sembra perseverare in questa idiozia. Mi sembra principalmente il sintomo di un disagio esistenziale e sinceramente, passato lo sgomento per le parole a cui non potevo e non posso credere, lo compatisco, nel senso etimologico.

  8. Filippo Filippini Says:

    A volte basta sedersi sulla riva del fiume e vedere passare il “cadavere” del proprio “nemico”.
    Oggi, dalla Annunziata, Nichi Vendola ha detto (vero o no) che “prende voti anche a destra” cioè tra le persone tanto schifate da Illuminismo e sodali…

    • valerio Says:

      Ma si!
      Basta!
      Un politico è di destra o di sinistra in base alle politiche che mette in pratica!
      Basta con la guerra tribale tra la tribù di “quelli di destra” e la tribù di “quelli di sinistra”! Che poi questa guerra va bene solo a coloro che, tradizionalmente, hanno più voti, che in italia sono i politici di destra.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: