L’eolico puzza.


Evidentemente.
Dal Venerdì del 10.09.2010

LA BATTAGLIA DI PANTELLERIA CONTRO I MULINI A VENTO.
Al largo dell’isola […] è il turno dell’eolico. Ma per gli ambientalisti le pale minacciano un’ecosistema [si, con l’apostrofo!] delicato.
E, soprattutto, produrranno quantità di energia che la rete non è in grado di assorbire.

[Paolo Casicci]
[…] Questa volta la minaccia sono 97 pale eoliche da 153 metri l’una. Spunteranno nel bel mezzo del Canale di Sicilia, più o meno tra l’isola pantesca e Mazara del Vallo, in piena rotta migratoria degli uccelli da e per l’Africa ed in acque ad altissima biodiversità. […] 3 parchi eolici offshore per complessivi 582 megawatt.
[…] Gli ambientalisti fanno poi notare come la Regione Sicilia abbia approvato la compatiblità ambientale di progetti eolici per oltre 2 Gigawatt, mentre altri 0,9 GW sono stati realizzati ed oltre 7,4 GW aspettano un parere.
“E’ una quantità di energia che la rete non riuscirà a sopportare neanche qualora andasse in porto il progetto di raddoppio dell’altissima tensione” programmato da Terna.

Annunci